Finita la tregua in Siria, Aleppo bombardata

Sono almeno 43 le vittime nei bombardamenti ribelli contro i quartieri di Aleppo, nel nord della Siria, controllati dal regime siriano, durante le ultime ore della tregua di tre giorni in occasione della festa di Eid al Fitr con cui si conclude il mese di Ramadan. I feriti sono oltre 200, alcuni dei quali in condizioni molto gravi, che si trovavano tra i quartieri di Al Furqan e Al Masharqa, oltre al campus universitario. Fra i morti anche 11 bambini e 10 donne.Lo ha riferito l’Osservatorio siriano per i diritti umani. I ribelli hanno lanciato razzi contro i quartieri occidentali della città dopo che la tregua era scaduta a mezzanotte. Intanto i leader della Nato hanno deciso di assistere la coalizione internazionale contro lo Stato Islamico in Siria e in Iraq con informazioni raccolte dagli aerei di sorveglianza Awacs. “In linea di principio gli aerei daranno appoggio diretto alle forze della coalizione”, ha fatto sapere il segretario generale Jens Stoltenberg durante una conferenza stampa a Varsavia a seguito del vertice tra capi di Stato e di governo della Nato.

Da non perdere