Fine Ramadan di sangue in Iraq

L’Isis ha rivendicato l’esplosione di un’autobomba in un mercato di Khan Bani Saad, vicino a Baghdad in Iraq. L’attentato è stato attuato mentre si stava festeggiando la fine del Ramadan. La polizia e alcune fonti ospedaliere hanno confermato che l’esplosione è stata talmente forte da far crollare alcuni edifici intorno alla zona in cui era stata parcheggiata l’autobomba. Una folla sconvolta di persone si è riversata in strada e ha spaccato i finestrini delle auto in sosta per sfogare la rabbia. Il governo provinciale di Diyala ha proclamato tre giorni di lutto e ha ordinato la chiusura di tutti i parchi fino al termine della festività per motivi di sicurezza. Nella rivendicazione pubblicata su Twitter, i miliziani dello Stato Islamico hanno dichiarato che il kamikaze a bordo dell’autobomba aveva con sé circa tre tonnellate di esplosivi e che l’attacco è stato eseguito per vendicare la morte di musulmani sciiti ad Hawija.

Da non perdere