Filippo Magnini, doping: il nuotatore squalificato per 4 anni

Pubblicato da Redazione NanoPress Mercoledì 7 novembre 2018

Il 2 volte campione del mondo Filippo Magnini è stato squalificato per 4 anni. L’atleta, simbolo del nuoto maschile per una decade, rovina così la sua carriera già conclusa ormai lo scorso anno. Una vicenda che ha del surreale: il nuotatore è stato condannato per “tentato doping” in base a delle intercettazioni telefoniche tra lui e il suo dietologo e mentore Guido Porcellini. Il fatto riguarda un bonifico di 1.200 euro eseguito dall’atleta al dietologo senza un fine vero e proprio, ma soprattutto delle fiale di ormone della crescita ordinate da Porcellini per Magnini dalla Cina, ma che Magnini non ha mai preso. Inoltre queste fiale non contenevano veramente l’ormone incriminato, dato che Porcellini è stato pure truffato nella vendita. Comunque nello sport il tentato doping è equiparabile al doping vero e proprio e quindi Magnini è stato squalificato per 4 anni, anche se si è già ritirato dall’attività agonistica. L’atleta ha già detto che procederà al secondo grado della giustizia sportiva.