Elezioni in Thailandia, opposizione ostacola il voto

Seggi aperti in Thailandia per le elezioni nazionali anticipate, in un clima di forte tensione ad un giorno degli scontri scoppiati a Bangkok fra sostenitori del governo e oppositori, che tentavano di impedire lo svolgimento del voto. I seggi sono stati aperti alle ore 8.00 di domenica, ora locale, ma 488 su 6.600 inn totale a Bangkok, sono rimasti chiusi a causa di alcuni manifestanti che impediscono la consegna delle schede elettorali. Gli oppositori del governo sostengono di essere disposti a invadere le strade della capitale thailandese per impedire agli elettori di raggiungere i loro seggi elettorali. I manifestanti chiedono che il governo eletto venga sostituito da un consiglio nominato, che riscriva un insieme di leggi per combattere la corruzione nel Paese. La polizia intanto ha fatto sapere di avere dispiegato centomila agenti, mentre l’esercitò ha messo a disposizione cinquemila soldati, per garantire le operazioni di voto.

Da non perdere