Daria Bignardi: 'La nuova Rai 3 ha il 43,8% di innovazione'

Daria Bignardi illustra le novità previste per il palinsesto autunnale di Rai 3, di cui è direttrice generale. Per riassumere al meglio il suo operato, la Bignardi dichiara di aver inserito il 43,8% di innovazione, una percentuale che parla da sola della svolta evidente nella gestione della rete. Addio a Ballarò, ma la politica avrà ampio spazio grazie ai volti nuovi dell’Italia di oggi, i sindaci e le giunte comunali che saranno protagoniste dell’agenda al pari dei grandi leader di partito. Anche le elezioni presidenziali americane saranno seguite puntualmente, dando così a Rai 3 un respiro internazionale inedito. Il caldissimo tema dell’immigrazione sarà altrettanto protagonista del palinsesto, adesso votato il più possibile al racconto veritiero dell’Italia contemporanea. A proposito della polemica sul presunto restyling casto delle conduttrici la Bignardi dichiara: ‘Abbiamo svecchiato i costumi, il resto è leggenda metropolitana‘.

Da non perdere