Cranio Randagio, il ricordo di un fan alla camera ardente

Il ricordo di un fan con la voce rotta dal pianto alla camera ardente di Cranio Randagio, il giovane rapper che si chiamava in realtà Vittorio Bos Andrei che è morto in circostanze ancora da chiarire mentre si trovava a passare una serata presso una festa organizzata in casa, in compagnia di alcuni suoi amici: “Mi sento ridicolo a piangere per uno che neanche conoscevo, ma la sua musica mi dava forza, parlava di cose che conosciamo tutti, ma la sua morte deve anche servire per stare attenti a chi si frequenta, perché io sono ragazzo, ci sto in quel mondo, e poi quello di non abbattersi mai che è il suo cavallo di battaglia e quello mi ha toccato molto”, ha detto il giovane che ha voluto ricordare così Cranio Randagio, alla camera ardente allestita al Policlinico Gemelli.

Da non perdere