Cosa si prova a morire? Te lo dice il simulatore di morte

Cosa si prova a morire? Te lo dice il simulatore di morte. Per provarlo però bisogna andare fino in Cina, a Shanghai. L’attrazione inaugurata nel giorno della festa dei defunti (Qingming Jie) il 4 aprile, permetterà a chiunque di provare un’esperienza straordinaria, ossia l’esatto momento della morte e della rinascita. Ogni sessione dura due ore e alla fine i partecipanti devono scrivere le loro impressioni. Se lo desiderano possono anche scrivere le loro ultime parole prima di morire e poi portare lo scritto a casa come ricordo oppure distruggerlo sul posto. Xinglai, che significa ‘Risveglio‘, è un gioco che per il momento è stato provato in anteprima da ospiti invitati, e funziona così: i partecipanti sono ‘uccisi’ dai loro compagni di avventura, in seguito vengono ‘cremati’ e poi a loro è permesso di rinascere uscendo da uno scivolo che si chiude in un foro di lattice come se fosse un utero.

Da non perdere