Come sono sopravvissuto agli attentatori

Attentato a Parigi: parla un ostaggio dei fratelli Kouachi. Si tratta del giovane Lillian Lepere Le informazioni fornite alla polizia dal suo nascondiglio all’interno della tipografia di Dammartin-en-Goële in cui si erano rintanati gli assalitori islamici sono state fondamentali per la cattura di Said e Cherif.

Da non perdere