Caso Ragusa, Logli condannato

Il caso di Roberta Ragusa giunge a un nuovo capitolo, il marito Antonio Logli è stato condannato in primo grado a 20 anni di reclusione. Il processo si è svolto con rito abbreviato. Il marito di Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla sua casa di Gello di San Giuliano Terme, nel Pisano, è stato riconosciuto colpevole dell’omicidio volontario della moglie e della distruzione del suo cadavere. Il giudice ha accolto la richiesta di pena dell’accusa, ma non quella relativa alla misura cautelare in carcere. Infatti l’imputato, che non era in aula, resta a piede libero ma gli è stato imposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Da non perdere