Calais, inizia lo sgombero della giungla

Inizia lunedì 24 ottobre lo smantellamento della “giungla di Calais“, l’accampamento nel nord della Francia dove migliaia di migranti per mesi hanno sperato di raggiungere la Gran Bretagna. L’operazione richiederà l’intervento di 1.250 agenti e dovrebbe durare una settimana. La Prefettura assicura che tutti gli occupanti della “giungla” (ne sono stati censiti 6.486, di cui 1.291 minorenni, molti dei quali non accompagnati) verranno condotti con i pullman in altri centri d’accoglienza del Paese. Sabato sera tra la polizia francese e un gruppo di migranti sono accaduti degli scontri. I profughi hanno lanciato bottiglie e pietre contro le forze dell’ordine che hanno risposto con fumogeni. Ad ogni modo, lunedì i primi rifugiati sono stati portati al punto di raccolta da dove verranno poi smistati in autobus in 280 centri di accoglienza distribuiti su tutto il territorio francese. Sono centinaia in tutta la Francia, Corsica esclusa, i centri di accoglienza predisposti per i circa 7500 migranti della Giungla di Calais, che le autorità d’Oltralpe intendono chiudere.

Da non perdere