Batteri su chip ingoiabili, e la diagnosi è via app

Pubblicato da Redazione NanoPress Giovedì 31 maggio 2018

Novità dalla ricerca, il futuro è qui: per diagnosticare una malattia basterà ingoiare un batterio modificato come un sensore, un semplice chip, e si potranno leggere i risultati, quasi in tempo reale, sullo smartphone tramite una app dedicata. Un prototipo di questa innovazione è stato descritto sulla rivista Science e messo a punto dal gruppo del Massachussets Institute of Technology (Mit), coordinato da Timothy Lu e Phillip Nadeau. Sperimentato sui maiali per diagnosticare l’ulcera e altri problemi gastrointestinali, si pensa già a come impiegarlo nell’uomo.