Ban Ki-Moon si schiera contro gli attacchi ai gay

Il segretario dell’Onu Ban Ki-Moon ha deciso di prendere posizione contro le leggi antigay messe a punto in Russia dal Governo di Vladimir Putin. Ban Ki-Moon, alla vigilia delle Olimpiadi di Sochi, ha ribadito l’importanza che non passi il messaggio di odio e di discriminazione che le norme elaborate in Russia vogliono affermare. Secondo il segretario dell’Onu il mondo intero dovrebbe ribellarsi nei confronti di queste leggi. Il principio vale ancor più in occasione delle Olimpiadi invernali. C’è proprio una norma del codice olimpico che sancisce il dovere della non discriminazione e della non distinzione neppure in base all’orientamento sessuale o all’identità di genere. Secondo Ban Ki-Moon si deve far rispettare questo principio e inoltre non è accettabile che nel XXI secolo passi un messaggio di odio discriminatorio.

Da non perdere