Azzurrina, il fantasma del castello di Montebello

La leggenda di Azzurrina è una delle storie più suggestive e struggenti che vengono tramandate nella tradizione popolare. La bambina sarebbe nata nel 1370 e sarebbe stata la figlia del feudatario di Montebello di Torriana, un paese nei pressi di Rimini. La piccola sarebbe stata affetta da albinismo, una particolarità a quel tempo considerata alla stregua di un marchio diabolico. La madre avrebbe tentato di tingerle i capelli con tinture vegetali, ma esse sbiadendo avrebbero conferito alla capigliatura della figlia una colorazione azzurra. Da qui il soprannome di Azzurrina. Per proteggerla dalle dicerie popolari, il padre l’avrebbe confinata in un’ala del castello sotto la custodia di due uomini di fiducia. La leggenda racconta che in una notte di tempesta la piccola sarebbe riuscita a eludere la sorveglianza e sarebbe misteriosamente sparita. Da allora il suo spirito infesterebbe il castello di Montebello. La storia è stata tramandata oralmente per tre secoli finché nel 1620 un ecclesiastico non la aggiunse in una raccolta di miti e leggende locali. A partire dal 1990 il castello di Montebello è stato visitato da decine di troupe televisive e di parapsicologi a caccia dello scoop.

Da non perdere