Attentato Tunisi, testimonianza esclusiva: ci hanno sparato addosso

Anna Pegorini, medico savonese, era partita insieme a un’amica sulla Costa Fascinosa: “Eravamo sul bus fermi fuori dal museo, abbiamo sentito degli spari, il finestrino vicino a me è andato in frantumi, io mi sono buttata a terra”. Attimi di terrore che continuano con: “Una persona dietro di me è stata colpita alla testa, era immobile, non si muoveva – continua la testimone – Ho visto poi una persona già morta sugli scalini, sull’uscita laterale. Io mi sono buttata a terra, ferma immobile, finché poi ho sentito che il pullman si muoveva, sono saliti i militari e ci hanno detto di scendere velocemente, a tutti, e poi siamo stati fermi per qualche ora in questa che poteva essere una stazione di polizia”.

Intervista esclusiva realizzata da Simona Buscaglia

Da non perdere