Attacco a Kabul: muore anche un italiano

Un attentato è stato messo in atto a Kabul presso un residence per stranieri. Secondo quanto hanno riferito le fonti e come ha suggerito anche la rivendicazione successiva, tutto sarebbe stato opera dei talebani. Un assedio che è durato 7 ore, durante il quale è riuscita ad intervenire la polizia, per mettere in salvo più di 50 persone che erano state prese come ostaggio. Un uomo è stato ucciso dalla polizia prima che si facesse esplodere. 14 persone sono rimaste uccise. Fra le vittime c’è anche un italiano. Si tratta di Alessandro Abati, di 47 anni, un consulente bergamasco che lavorava all’estero. Vittima anche la compagna, con la quale l’italiano avrebbe dovuto sposarsi. Almeno 6 i feriti. Il residence sarebbe stato preso di mira, perché era frequentato dagli stranieri e si trova nella vicinanza dei compound delle Nazioni Unite.

Da non perdere