Anche Mattarella celebra le donne

Il discorso del presidente Mattarella al Palazzo del Quirinale in occasione della Giornata Internazionale della Donna 2016 dedicata al tema ”Donne per la Repubblica: 70 anni dal voto alle donne”. Sergio Mattarella ha voluto fare gli auguri a tutte le donne, e nel suo intervento ha celebrato le donne italiane che ”rappresentano il cuore, il volto, la struttura portante dell’Italia. Le loro speranze, i loro progetti, le loro sofferenze animano il tessuto sociale del nostro Paese”, ricordando che oggi si aprono anche le celebrazioni dei settant’anni della Repubblica. ”Anniversario che coincide col primo voto espresso dalle donne. E, come abbiamo visto, non si tratta soltanto di una coincidenza temporale”, dato che il pieno riconoscimento dei diritti politici delle donnecostituisce elemento fondativo della nostra Repubblica”, ha aggiunto il capo dello Stato: ”Dopo tanta fatica per conquistarlo, non bisogna dissipare o accantonare il diritto al voto”. Parole sono giunte dal capo dello Stato anche per quanto riguarda la piaga della violenza sulle donne in una società come la nostra che si definisce ”moderna”, una piaga” da contrastare con tutte le energie”. Per Mattarella ”non c’è libertà quando la donna al lavoro è vittima di violenze fisiche o morali o viene costretta a spazi di sofferenza. La violenza sulle donne è ancora una piaga della nostra società, che si ritiene moderna, e va contrastata con tutte le energie di cui disponiamo e con la severità di cui siamo capaci, senza mai cedere all’egoismo dell’indifferenza”.

Da non perdere