Amatrice, i funerali delle prime vittime

Amatrice saluta 37 sui cittadini morti nel terremoto del 24 agosto. A una settimana dal sisma che ha quasi cancellato il paese reatino, si svolgono i funerali di Stato per alcune delle vittime. Amatrice è il paese che ha pagato di più in termini di vite umane ma anche a livello di edifici: le immagini del borgo, inserito tra i più belli d’Italia e reso celebre dalla pasta all’amatriciana, hanno fatto il giro del mondo. Sotto al tensostruttura costruita in tempi record e alla presenza delle autorità, dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il premier Matteo Renzi e i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, il paese si riunisce per dare l’ultimo saluto a chi non ce l’ha fatta. Ad aprire le esequie, l’elenco dei nomi dei 37 amatriciani che hanno perso la vita in quella terribile mattina del 24 agosto e le lacrime di chi si è salvato ma ha perso familiari, amici e spesso anche la casa.

Da non perdere