Agrigento, Matteo Messina Denaro: colpita rete di fiancheggiatori

Colpita la rete di fiancheggiatori del super latitante Matteo Messina Denaro nel mandamento di Sambuca di Sicilia. In manette sono finiti Giuseppe Genova, accusato di essere il capo della famiglia mafiosa di Burgio (Agrigento), Andrea e Salvatore La Puma, Gaspare Ciaccio, Vincenzo Buscemi, Massimo Tarantino e Luigi Alberto La Sala. Le indagini, coordinate dal procuratore Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Maurizio Scalia, hanno svelato il rigido controllo del territorio in provincia di Agrigento effettuato dalla rete dei fedelissimi di Leo Sutera, il capomafia soprannominato il “professore”. Ospiti più autorevoli del “professore” erano due giovani capimafia di Palermo, Salvatore Sciarabba e Gaetano Maranzano. Secondo i carabinieri e il pool di magistrati coordinato dal procuratore aggiunto Teresa Principato, stavano per essere accreditati alla corte di Matteo Messina Denaro. Ma poi un blitz della polizia disposto dall’allora vertice della procura di Palermo portò in carcere Sutera, per alcune estorsioni.

Da non perdere