A Berlino la mostra di giochi 'più dolorosa' di sempre

E’ stata definita la mostra più dolorosa del mondo, e già dal titolo si capisce: ”No pain, no game”: ovvero nessun gioco è senza dolore. Questa curiosa esposizione che si svolge a Berlino vuole rivendicare il valore del movimento e dell’azione nei giochi e far riflettere sull’individualismo e la sedentarietà che invece dominano i giochi nella nostra epoca. L’iniziativa, ospitata dal Museo della comunicazione fino al 26 giugno ha lo scopo di coinvolgere i visitatori e spingerli ad uscire dalla ‘confort zone’ dei videogiochi per interagire con gli elementi. E così ecco nascere una versione gigante del celebre Snake che costringe i giocatori a correre ai quattro lati dello schermo posto per terra per far girare i serpenti, oppure la Pain Station che costringe il giocatore a tenere una mano ferma e a subire scosse o ondate di calore e tanti altri giochi interattivi.

Da non perdere