Truffavano Amazon ottenendo rimborsi senza restituire la merce, arrestata una coppia

Troppi resi ad Amazon, una coppia dell'Indiana è stata arresta e condannata per aver sfruttato la politica molto permissiva dei resi del colosso di Seattle

da , il

    Truffavano Amazon ottenendo rimborsi senza restituire la merce, arrestata una coppia

    Una coppia dell’Indiana ha abusato per anni del servizio resi di Amazon. I protagonisti di questa truffa sono riusciti a estorcere al popolare sito di ecommerce la cifra di 1.2 milioni di dollari, con alcuni trucchi. In circa due anni, la coppia ha ordinato migliaia di prodotti elettronici e sfruttato la politica molto permissiva messa in piedi dal colosso di Seattle, con l’obiettivo di ottenere rimborsi senza rispedire la merce. Si tratta del primo caso al mondo in cui utenti Amazon vengono arrestati e condannati da parte di un tribunale a causa dei troppi resi. Ma dietro a questa vicenda si nasconde un vero e proprio traffico di dispositivi elettronici e riciclaggio di denaro.

    La sentenza per la coppia dell’Indiana vede come protagonisti Erin e Leah Finan, una coppia che ha ordinato, per circa due anni, su Amazon tantissimi dispositivi elettronici come GoPro, Xbox, smartwatch, tablet, computer portatili e molto altro.

    Il funzionamento della frode era estremamente semplice. Dopo aver effettuato l’acquisto, i due sostenevano che i prodotti ricevuti erano danneggiati o rubati. Così facendo, Amazon inviava alla coppia un rimborso, senza però ricevere indietro gli oggetti in questione e, al tempo stesso, non era nemmeno in grado di recuperare i soldi dovuti in un secondo momento.

    All’interno di questa truffa è stata trovata anche un terzo complice, Danijel Glumac, il quale ha aiutato la coppia a rivendere la merce a prezzo pieno, grazie all’aiuto di una persona a New York.

    Il risultato derivante da queste operazioni è di oltre 1,2 milioni di dollari, di cui 750 mila finiti nelle tasche della coppia.

    Condanna per truffa ad Amazon

    Di fronte a tutto questo traffico di prodotti elettronici un’inchiesta congiunta condotta dall’Internal Revenue Service, dalla U.S. Postal Inspection Service e dall’Indiana State Police ha portato alla luce i tre protagonisti accusati di frode e riciclaggio di denaro.

    Il processo è giunto alla fine. La coppia Erin e Leah Finan dovranno scontare rispettivamente 71 e 68 mesi di prigione, mentre Glumac sconterà 24 mesi di reclusione. In aggiunta a ciò, è stato ordinato il pagamento di 1.2 milioni di dollari ad Amazon per tutta la merce rubata.

    Al tempo stesso, i tre imputati sono stati imputati anche di altri frodi tra cui la vendita di prodotti rubati, macchine noleggiate senza pagare la tariffa e il furto di beni

    In tutta questa vicenda, Amazon ha dichiarato di avere oltre 300 milioni di clienti in tutto il mondo e in caso di abuso del servizio per periodi di tempo prolungati prenderà alcune iniziative appropriate. Nel frattempo, Amazon ha già iniziato in tutto il mondo ad escludere molti utenti che richiedono troppi rimborsi o resi.