Ci sono peluche che spiano i bimbi, Amazon li ritira per rischio privacy e sicurezza

Sono i Cloud Pets, orsetti smart che sarebbero a rischio di infiltrazioni da parte degli hacker, come quello avvenuto nel 2017

da , il

    Ci sono peluche che spiano i bimbi, Amazon li ritira per rischio privacy e sicurezza

    E chi poteva immaginare che anche con dei simpatici peluche non si può stare sereni. Un regalo innocente si può trasformare in un rischio per la sicurezza dei nostri figli. Ed è così che gli orsetti “intelligenti” della Cloud Pets scompariranno dagli scaffali virtuali di Amazon. La causa principale? Rischi di infiltrazioni hacker, come quello avvenuto nel 2017, dove, coloro che violano la privacy, erano riusciti ad accedere al database online e a ottenere indirizzi di posta elettronica, password e registrazioni con le voci dei bambini. Un attacco hacker che aveva colpito più di 800 mila persone.

    Ma cosa sono i Cloud Pets? “Adorabili peluche con i quali potrai trascorrere momenti stupendi, e staranno sempre al tuo fianco” recita la descrizione prodotto su Amazon. Ed è veramente così. Il problema nasce dal fatto che con questi soffici amici si possono registrare messaggi vocali attraverso un microfono che si trova nel peluche e che permettono ai genitori e ai bambini di comunicare . Un’app sullo smartphone del genitore fa sì che i messaggi registrati attraverso il pupazzo siano ricevuti in remoto sul telefono. I genitori, possono poi rispondere registrando un messaggio sul telefono e inviandolo al peluche. Il peluche quindi diventa un tramite comunicativo attraverso l’app sul telefono.

    cloud pets orsacchiotto

    Durante l’attacco hacker del 2017 tutti i messaggi che genitori e figli si scambiavano erano immagazzinati dalla ditta di giocattoli Spiral Toys. Messaggi che furono tutti violati. Dopo un analisi seguita da un’azienda di ricerca nella cybersecurity si è scoperto che questi peluche hanno delle alte vulnerabilità di essere attaccati sottolineando addirittura come gli hacker potrebbero installare dei firmware nel giocattolo senza alcun controllo di sicurezza che possa fermarli. Questo potrebbe consentire loro di prendere il controllo del giocattolo e di ogni dato che passa attraverso di esso. Dopo l’allerta, per Amazon la saggia decisione di ritirarli dalle vendite, sebbene in Italia, a quanto ci risulta attualmente, l’acquisto sia ancora possibile.