Breve guida su come rendere sicuro il tuo account Facebook

Sei in grado di proteggere adeguatamente il tuo account di Facebook? In questa breve guida ti diamo dieci consigli molto semplici da mettere subito in pratica per mettere il lucchetto alla tua pagina personale ed evitare brutte sorprese ora come in futuro. Tutte le indicazioni

Pubblicato da Diego Barbera Giovedì 5 aprile 2018

Breve guida su come rendere sicuro il tuo account Facebook

Sai rendere sicuro il tuo account Facebook per proteggerlo da qualsiasi attacco alla tua privacy? Molto spesso non presti la dovuta attenzione alla tua pagina personale sul social network più famoso al mondo e rischi poi di vedere depredati i tuoi dati personali oltre che le tue informazioni più private. Ricorda sempre che sei proprio tu il peggior nemico di te stesso, più ancora che gli scandali che hanno di recente coinvolgo il portale co-fondato da Mark Zuckerberg. Abbiamo scelto dieci consigli per una condotta più consapevole, una breve guida da imparare subito a memoria.

Abbiamo scelto dieci possibili consigli da mettere subito in pratica in modo semplice e senza particolari conoscenze informatiche. alla fine si tratta infatti di buon senso applicato ai social network in ogni suo aspetto dunque si parte dall’iscrizione scegliendo la parola chiave sicura e si prosegue con una buona condotta durante l’uso quotidiano di quella che è la più grande community al mondo, con oltre un miliardo di iscritti.

1) SCEGLI UNA PASSWORD SICURA

Il primo, inevitabile e imprescindibile passo per proteggere il tuo account di Facebook è quello di scegliere una password sicura e affidabile, soprattutto che non sia condivisa con altri servizi come la mail personale, quella lavorativa, il conto in banca e così via. Siete a corto di idee? Evitate quel che fa la stragrande maggioranza degli utenti ossia sequenze numeriche basilari oppure il nome del vostro cane o figlio/a. Usate numeri e simboli. Facciamo un esempio: il vostro il cane si chiama Bernardo? Allora la o può essere sostituita dallo zero, la a dal 4 e la e dal 3 mentre a metà ci sta bene un underscore per un risultato sorprendente come B3rn_4rd0.

2) ALZA I LIVELLI DI PRIVACY AL MASSIMO

Il consiglio più prezioso è quello di alzare tutti i livelli di privacy al massimo come ti abbiamo insegnato e limitare l’accesso alle informazioni personali al minimo dunque lasciare che la lista degli amici sia nascosta così come tutto il resto dal compleanno alle preferenze personali. Perché condividere tutto questo? Pensaci bene, non è necessario e molto facilmente non interessa a nessuno tutto ciò che, al contrario, Facebook vuole sapere di te. Non fare il paparazzo di te stesso.

3) CREA UNA MAIL APPOSITA

Un consiglio molto pratico è quello di creare una mail apposita per il tuo account di Facebook, insomma un indirizzo che non sia quello che normalmente usi per la tua posta personale o, peggio, lavorativa. Se avete un vecchio account di posta elettronica che non usate più allora può essere perfetto, altrimenti virate su uno esclusivo per questo scopo. Potete aprirlo gratuitamente con Outlook oppure Gmail. Questo stratagemma è per evitare intrusioni indesiderate.

4) FARE LOGOUT

Altra regola basilare e facile facile: quando finite di utilizzare Facebook, soprattutto da un computer condiviso o peggio ancora pubblico, effettuate il logout così da evitare che qualcuno continui la navigazione con i vostri dati o peggio ancora si impadronisca della vostra utenza. Come fare? Da in alto a destra apri la freccia in basso finché trovi Esci.

5) NON FARE FOTO DEI TUOI DOCUMENTI O CARTE DI CREDITO

Siamo alla follia, ma molti utenti fanno foto del proprio nuovo passaporto con tutte le informazioni ben visibili o addirittura della nuova carta di credito. Ci sono meme fasulli che mostrano l’utente che regala anche le tre cifre di controllo sul retro rispondendo alla domanda diretta. Sarà anche falso, ma rappresenta la scarsa attenzione di molti iscritti che poi si lamentano di subire furti e truffe. Altro consiglio: non condividete nemmeno le foto dei vostri biglietti aerei.

6) NON PUBBLICARE FOTO CON MINORI

Qualsiasi genitore ama così tanto il proprio figlio che vorrebbe che tutto il mondo lo vedesse. Tuttavia, condividere immagini di minori su Facebook è molto pericoloso perché viene dato in pasto questo contenuto a chicchessia. E non basta limitare la privacy solo agli amici, perché è comunque una via d’accesso a un nostro contenuto molto prezioso e privato. Se proprio volete farlo – ammesso e non concesso che gli altri siano interessati, non dimenticatevelo – evitate di rendere visibile il volto, magari fotografate soltanto di schiena oppure particolari come le mani o i piedi. Considera anche l’idea di disattivare il backup automatico delle foto di Facebook.

7) NON CONDIVIDERE TROPPE POSIZIONI

Facebook consente di registrarsi presso località che possono essere turistiche così come commerciali oppure semplicemente di luoghi in cui ci passiamo a trovare senza un motivo preciso. Dall’applicazione Android o iOS si può cliccare su “A cosa stai pensando” e fare tap sull’icona del pin, sarà richiesta l’attivazione del GPS e il sistema localizzerà la posizione offrendoci qualche scelta che andremo a selezionare. Non sempre è una buona idea: ad esempio informare sui nostri spostamenti e far capire che staremo via di casa magari per dieci giorni dall’altra parte del mondo è un invito a nozze per eventuali ladri che potranno andare a scassinare la casa in tutta calma.

8 ) NON CONDIVIDETE IL NUMERO DI CELLULARE

Può sembrare una raccomandazione troppo sciocca ma è necessario condividerla: non indicate il vostro numero di cellulare nella lista delle informazioni personali, perché lo darete a una platea quasi sconfinata. A meno che non ci siano motivazioni lavorative imprescindibili, quando indicate il vostro contatto alla piattaforma in fase di registrazione, rendetelo non visibile agli altri utenti.

9) NON DARE O CHIEDERE L’AMICIZIA A CHIUNQUE

Se ti arriva una richiesta di amicizia da una prosperosa ragazza dell’est con una collezione di foto in intimo e magari – se guardi bene – in basso a destra anche il logo di un noto portale di contenuti per adulti allora forse è meglio evitare di accettare, di rispondere alle chat e di intraprendere qualsivoglia relazione e scambio di contenuti con la suddetta. Molto facilmente è un tentativo di truffa che può raggiungere livelli assai tremendi, come quello dei riscatti per non condividere il tuo essere farfallone disattento.

10) NON FARE IL NARCISISTA

Ultimo, ma non per importanza: evita di fare il narcisista. Te lo abbiamo già scritto un paio di volte nelle passate righe (oltre che nell’approfondimento Cosa Facebook sa di me), ma è il caso di ripeterlo: sono pochissime le persone – esclusa tua madre – che vogliono sapere davvero tutto di te da ciò che scrivi e condividi su Facebook. Quando vieni sommerso di auguri il giorno del tuo compleanno e ti commuovi è solo perché la gente riceve la notifica e ti fa le congratulazioni in modo annoiato e sistematico, senza nemmeno leggere il tuo nome. Sei molto meno importante di quanto pensi, lo so che è duro da digerire ma è la verità: dunque, per non cacciarti nei guai con le tue stesse mani evita di condividere ogni singolo secondo della tua vita. Ne guadagneranno tutti.