iPhone 8, Samsung guadagna 130 dollari per ogni display OLED

Secondo alcune indiscrezioni il display dell'iPhone 8 potrebbe rappresentare una fonte di preoccupazione per Apple: la partnership con Samsung per la produzione dei display sarebbe eccessivamente esosa e ridurrebbe così il margine di guadagno per Apple. Al momento nessun altro fornitore avrebbe i numeri per soddisfare la richiesta Apple

Pubblicato da Antonino Neri Venerdì 8 settembre 2017

iPhone 8, ormai ci siamo. A quattro giorno dall’evento Apple di presentazione dei nuovi melafonini – in programma allo Steve Jobs Theatre di Cupertino martedì 12 settembre – dalla Corea arriva un’indiscrezione sul display di iPhone 8.

Secondo il noto analista di KGI Securities Ming-Chi Kuo Apple pagherebbe circa 130 dollari per ogni singolo pannello OLED (per avere un’idea della spesa, il costo di un display IPS LCD per iPhone 7 Plus è di 50 dollari). Kuo aggiunge che “Apple ha urgente bisogno di trovare una seconda fonte di OLED”.

La ricerca di un altro fornitore di pannelli OLED non sarà semplice per Apple perché, se ovviamente sul mercato ci sono dei validi competitor di Samsung, nessuno al momento sembrerebbe in grado di soddisfare la domanda di iPhone 8 e, allo stesso tempo, rispettare tutti i controlli qualità di Apple.

I pannelli OLED, un tempo carissimi, negli ultimi anni si sono diffusi molto rapidamente, trovando impiego soprattutto negli schermi dei televisori e nei display degli smartphone, con conseguente abbassamento dei costi. Nel campo degli OLED Samsung è il leader di mercato (anche perché possiede moltissimi brevetti) e ad oggi copre il 97% della produzione globale di OLED per smartphone.

Con i costi che abbiamo visto, però, Apple non potrà continuare a rifornirsi da Samsung per molto tempo, anche perché – com’è ovvio nelle dinamiche di mercato – costi di produzione alti comportano inevitabilmente un aumento del prezzo finale del prodotto. L’azienda di Tim Cook dovrà quindi trovare al più presto un nuovo fornitore di display OLED: secondo Bloomberg Apple potrebbe affidare il compito ad LG, che coprirebbe l’intera produzione di iPhone a partire da fine 2018 / inizio 2019.