Xylella Fastidiosa: stop ai tagli degli ulivi in Puglia, la procedura è illegittima

Xylella Fastidiosa: stop ai tagli degli ulivi in Puglia, la procedura è illegittima

Il Consiglio di Stato dà ragione agli agricoltori

2 di 8

2 di 8

Un contributo finanziario per ogni albero abbattuto

La Commissione Europea e la Regione Puglia hanno approvato un piano di interventi (il cosiddetto piano Silletti) con l’obiettivo di proseguire le misure obbligatorie di prevenzione, controllo ed eradicazione della Xylella fastidiosa stabilite dall’Unione europea. La novità sostanziale e più controversa del nuovo piano di interventi del commissario Silletti riguarda l’erogazione di un contributo finanziario – nel limite massimo di 15mila euro ad azienda e non fruibile laddove siano previsti già altri contributi pubblici predisposti dal ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali – a favore dei proprietari che procedono all’estirpazione delle piante infette e all’attuazione degli interventi correlati. Al contrario, i proprietari inadempienti non solo non ricevono alcun contributo ma il commissario stesso è chiamato a porre in essere direttamente le misure necessarie per fronteggiare l’emergenza fitosanitaria, sanzionando contestualmente la mancanza dei privati. Ma c’è chi dice no.

2 di 8

Pagina iniziale

2 di 8

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.