Wind e 3 Italia si fondono e diventano il primo operatore italiano

Wind e 3 Italia si fondono e diventano il primo operatore italiano

Nasce il primo carrier italiano, che supera Vodafone e Tim e apre allo sbarco di un quarto pretendente, Iliad

3 di 4

3 di 4

E LA CONCORRENZA?

Alla firma con Hutchison, colosso di Hong Kong che controlla 3 Italia, si andrà a razionalizzare e rendere più efficienti strutture e servizi. Oltre che i costi con efficienze pari a 5 miliardi di euro al netto dei costi di integrazione. Una mossa che vedrà il bottino equamente – circa – condiviso tra gli operatori che scendono da 4 a 3, con i colleghi virtuali mobili a raccogliere solamente le briciole. Una notizia che potrebbe allarmare visto che si perde un tassello della concorrenza con il rischio che i costi diventino sensibilmente più salati, dopo che sono gradualmente crollati negli ultimi tempi? E il posto lasciato libero? Sarà preso dal colosso francese Iliad con la sua Free ultracompetitiva tutto compreso.

3 di 4

Pagina iniziale

3 di 4

Parole di Diego Barbera

Diego Barbera è stato un redattore interno di Nanopress fino al 2018. Si è occupato di tecnologia, sport, cronaca.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.