charlie hebdo1 150x150

Vignette su Maometto, i casi che hanno scatenato la violenza degli estremisti islamici

I casi più famosi in cui gli estremisti islamici si sono scagliati contro opere di autori occidentali ritenute offensive per l'Islam, dalle vignette ai film.

1 di 9

1 di 9

charlie hebdo1 150x150

Se di scontro di civiltà non si può parlare (non tutti i musulmani sono jihadisti, non tutti gli occidentali sono estremisti cristiani), è pur vero che vignette, film o libri contro l’Islam o Maometto negli anni hanno scatenato la violenza degli estremisti islamici, arrivando fino alla morte dei loro autori. La libertà di parola, concetto fondante ogni democrazia, finisce nel mirino degli jihadisti specie quando colpisce la religione o simboli centrali per l’Islam come la figura del Profeta. A tutto questo si deve aggiunge che molti musulmani considerano blasfemo anche solo rappresentare Maometto (cosa che nella tradizione islamica invece esiste). Da un lato ci sono fondamentalisti che reputano ogni cosa offensiva e giustificano la violenza fino a invocare la morte degli artisti; dall’altro arrivano attacchi e accuse anche gravi nei confronti di una religione professata da oltre due miliardi e mezzo di persone. In mezzo c’è la difesa della libertà di parola e opinione, strattonata e vilipesa da entrambi, ma che rimane il solo modo per combattere l’odio e la violenza.

1 di 9

Pagina iniziale

1 di 9

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.