Veronica Panarello: tutte le bugie sulla morte del figlio Loris Stival

Veronica Panarello: tutte le bugie sulla morte del figlio Loris Stival

Veronica Panarello si è contraddetta in vari punti, sulle fascette da elettricista e su un possibile secondo cellulare, oltre che sugli spostamenti della mattina della scomparsa di Loris.

1 di 10

1 di 10

[npgallery id=”4533″]

L’omicidio di Andrea Loris Stival nasconde ancora diversi misteri. La tragica vicenda avvenuta a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, non sembra ancora trovare una soluzione. Tanti sono i dubbi e numerose le incongruenze che avvolgono il caso e che stanno facendo sorgere moltissime domande. Le prime informazioni parlavano delle indagini sul cacciatore che ha ritrovato il corpo del bambino, poi si è discusso di segni di violenze emersi dalle analisi svolte dal medico legale. Intanto sono arrivate le prime informazioni sulle cause della morte: Andrea Loris sarebbe stato ucciso per strangolamento con una fascetta elettrica. E poi ancora si discute sulle presunte incongruenze che riguardano la ricostruzione della giornata della scomparsa del bambino effettuata dalla madre. Qual è la spiegazione? Ecco le incongruenze che sono emerse nel corso del tempo, durante le indagini degli investigatori.

1 di 10

Pagina iniziale

1 di 10

Parole di Gianluca Rini

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.