Vaccini falsi miti

Vaccini, falsi miti da sfatare (a cui molti credono)

Una guida contro le bufale per smentire i più comuni falsi miti sui vaccini attraverso una corretta informazione raccolta da voci esperte

3 di 17

3 di 17

I VACCINI CONTENGONO INGREDIENTI E ADDITIVI PERICOLOSI

I vaccini sono composti da molti elementi, oltre al principio attivo, ossia l’antigene – che solitamente è un microorganismo (virus o batterio) attenuato o inattivato – sono presenti un liquido di sospensione – generalmente si tratta di acqua distillata sterile o soluzione fisiologica sterile – e adiuvanti come sali di Alluminio, che stimolano la risposta immunitaria rendendola duratura.
Sono presenti anche stabilizzanti come albumina e gelatina, e infine antibiotici con basso rischio allergico, utilizzati in dosi molto basse per prevenire la crescita batterica: i più utilizzati sono la neomicina, la kanamicina e la streptomicina.
Tutte queste sostanze sono presenti in quantità minimali e nella stragrande maggioranza dei casi non costituiscono alcun problema per la salute. Saltuariamente si possono verificare reazioni allergiche locali.
L’uso di conservanti a base di mercurio (timerosal) è stato completamente abbandonato nel 2002, sia per l’attenzione mediatica esplosa in quel periodo, sia per la scomparsa di vaccini in confezione multidose per i quali era utilizzato.

3 di 17

Pagina iniziale

3 di 17

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.