droga

Trucchi dei narcotrafficanti: così nascondono la droga

Dalle carote ripiene alle finte suore, come la cocaina arriva negli USA

1 di 8

1 di 8

droga Se ogni anno tonnellate di droga escono dal Messico per arrivare negli Stati Uniti è merito anche dell’ingegno dei narcos. Cocaina, eroina, marijuana vengono nascoste nei posti più impensabili e trasportate in modi rocamboleschi. L’arma più efficace utilizzata dai signori della droga, che genera ogni anno affari per miliardi di dollari, è la corruzione. “Plata o plomo” (soldi o piombo), la strategia più utilizzata dai narcotrafficanti come il boss messicano El Chapo Guzmán (arrestato pochi giorni fa dopo l’evasione). O con le buone o con le cattive. O ti prendi i soldi (tanti soldi…) o sei morto. E così politici, giornalisti, guardie di frontiera e professionisti vari finiscono a libro paga dei cartelli. Non tutti. Bisogna quindi ricorrere all’astuzia, soprattutto in territori caldi e strategici come il confine tra Messico e Usa. L’ultimo sequestro di droga ha messo alla luce le principali tecniche usate dai narcos.

1 di 8

Pagina iniziale

1 di 8

Parole di Francesco Minardi

Francesco Minardi è stata collaboratore di Nanopress dal 2016 al 2018, occupandosi principalmente di cronaca e politica interna ed estera,

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.