Transgender, legge italiana a confronto con quelle straniere

Transgender, legge italiana a confronto con quelle straniere

La battaglia dei transgender per il diritto al riconoscimento legale della nuova identità sessuale senza l'intervento chirurgico: cosa si sta facendo nel nostro Paese e cosa è cambiato in altre nazioni.

1 di 7

1 di 7

cover 1024x682

Nascere donna ma vedersi uomo allo specchio, sentirsi donna nonostante la barba: semplificando, così si possono definire i transgender o transessuali. Se a livello fisico oggi è possibile far coincidere l’immagine esteriore a quella interiore, alla fine di un lungo e doloroso percorso, non lo è a livello burocratico. Per la legge italiana, ottenere il cambio di sesso anagrafico è difficilissimo, quasi impossibile, senza l’operazione ai genitali. I casi contrari sono ancora molto rari, ma aprono spiragli per una battaglia portata avanti dalle associazioni transgender: riconoscere il diritto di ogni persona a essere se stessa in ogni aspetto della vita, anche con una carta d’identità.

1 di 7

Pagina iniziale

1 di 7

Parole di Lorena Cacace

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.