Referendum Grecia 2015: le reazioni social dei politici italiani

In occasione della vittoria del no nel Referendum Grecia del 2015, tutti i politici italiani hanno espresso le loro le reazioni sui social. Ecco la raccolta di quelli più significativi

Pubblicato da Diego Barbera Lunedì 6 luglio 2015

Giuseppe Civati

I politici italiani non hanno perso occasione per esprimere la loro opinione in merito al risultato del referendum greco, che ha visto vincere la fazione del “no”. Soprattutto su Twitter sono piovuti i cinguettii di commento e ovviamente il protagonista involontario è stato il Premier, Matteo Renzi, che è stato bersaglio di una serie di attacchi da parte soprattutto dell’opposizione. Tra chi punta il dito sul presidente del consiglio c’è Pippo Civati che ironizza sul voto. Nelle prossime pagine, tutte le reazioni.

Renato Brunetta

Renato Brunetta 150x150

Punta su una frase in greco Renato Brunetta che si può tradurre come “stai sereno”. Il destinataio è ovviamente Renzi.

Paolo Gentiloni

Paolo Gentiloni 150x150

Il cinguettio del Ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, che la prende filosoficamente e cerca di analizzare gli esiti.

Nichi Vendola

Nichi Vendola 150x150

Nichi Vendola era a Atene e ovviamente è felicissimo della vittoria del No.

Beppe Grillo

Beppe Grillo

Anche Grillo era ad Atene e pubblica una foto con Temistocle.

Roberto Fico

Roberto Fico

L’esultanza di Roberto Fico.

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Salvini tira in ballo le «ruspe» anche per Renzi

Roberto Maroni

Roberto Maroni

Stesso pensiero e tono anche per Maroni.

Stefano Fassina

Stefano Fassina

Anche Fassina partecipa all’esultanza.

Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri 150x150

Uno dei politici più controversi su Twitter, Maurizio Gasparri, parla di brogli.

La reazione non social.