Tavecchio, l’imbarazzo continua: le esternazioni su ebrei e gay

Tavecchio, l'imbarazzo continua: le esternazioni su ebrei e gay

Nonostante tutte le critiche, le gafffes e l'integrità morale (e la fedina penale), Carlo Tavecchio continua a straparlare

1 di 8

1 di 8

Ancora Carlo Tavecchio, sempre sulla cresta dell’onda dell’imbarazzo. Il presidente della FIGC ha pronunciato le seguenti due frasi: la prima, in merito alla sede della Lega Nazionale Dilettanti comprata da “Quell”ebreaccio‘ di Anticoli. Non ho niente contro gli ebrei, ma meglio tenerli a bada”, mentre la seconda è più breve e concisa “Io non ho niente contro gli omosessuali ma teneteli lontano da me, io sono normalissimo”. Ora si cercano giustificazioni sul fatto che questi pensieri siano stati esternati in una sorta di intervista-trappola, ma tutte le spiegazioni lasciano il tempo che trovano perché ormai non c’è più limite al peggio per l’uomo che dovrebbe rappresentare il calcio italiano.

1 di 8

Pagina iniziale

1 di 8

Parole di Diego Barbera

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.