I sette vantaggi di coltivare il cibo a casa con il fai da te

Che sia un orto oppure un balcone ben allestito poco importa, coltivare il proprio cibo soprattutto vegetali e frutta è una pratica più che apprezzabile che porta numerosi vantaggi per la salute, le tasche e il buon umore

Pubblicato da Diego Barbera Mercoledì 8 agosto 2018

Coltivare il ciboda Pixabay

Quali sono i buoni motivi per andare a coltivare il proprio cibo in casa naturalmente dando precedenza ai vegetali e frutta? Abbiamo isolato 7 ottime ragioni per iniziare a impegnarsi nell’allestire il proprio orto personale su balconi o nel gardino. Una procedura che di certo richiederà molta fatica e impegno, ma che darà – in senso letterare e figurato – ottimi frutti con risultati di qualità, al 100% bio, a metri zero, gustosi e ideali per ogni stagione.

1) Il benessere

Coltivare cibo benessereda Pixabay

Il primo è presto detto ossia il cibo che viene coltivato in proprio è quanto di più benefico per il nostro corpo ci sia perché si usano solo prodotti naturali e biologici e zero chimici; è molto più sano e controllato rispetto a quello che si può acquistare al mercato oppure al supermercato.

2) Fa bene al portafogli

Coltivare il cibo soldida Pixabay

Il secondo è naturalmente quello economico visto che andare a coltivare il proprio cibo richiede una spesa iniziale piuttosto ridotta è una bassa manutenzione, andando poi ad avere raccolti abbondanti e con un bassissimo costo finale.

3) Tiene in forma

Coltivare il cibo in formada Pixabay

Coltivare il proprio cibo ti tiene in forma dato che richiede molto impegno quotidiano, trasportare attrezzatura, bagnare le piante, avere orari regolari e prendersi cura delle proprie creature, che si possono installare anche sul balcone, non necessariamente solo a terra.

4) Aiuta la Terra

Coltivare il cibo terrada Pixabay

Per i più ecologici andare a coltivare proprio cibo da sicuramente una grossa mano per il rispetto della natura visto che va a ridurre tutto ciò che è collaterale come trasporti, utilizzo di sostanze chimiche e passaggi intermedi.

5) Zero sostanze chimiche

Coltivare il cibo chimicada Pixabay

Ricollegandosi a quanto appena affermato, andare a coltivare il cibo da sé consente di avere un controllo totale delle sostanze utilizzate e quindi essere sicuri che non c’è niente di chimico in quello che andremo a mangiare.

6) Fa bene alla socialità

Coltivare cibo socialeda Pixabay

Lavorare insieme per coltivare il cibo è qualcosa che aumenta anche la coesione ad esempio amici oppure familiari o una coppia che andrà a perseguire uno stesso obiettivo insieme con gli stessi sforzi e le stesse motivazioni.

7) Rende la casa più bella

Coltivare cibo casada Pixabay

Non per ultimo, avere una coltivazione di vegetali e frutta sul proprio balcone o in giardino va ad abbellire notevolmente la casa stessa che risulta subito più accogliente e più rilassante da osservare da fuori o dalla finestra.