11 abitudini che aiutano a diffondere germi, batteri e virus

Ecco una lista di cattive abitudini da eliminare al più presto perché permettono a germi, batteri e virus di diffondersi e prolificare intorno a noi

Pubblicato da Kati Irrente Martedì 6 novembre 2018

Foto Pixabay

Sono abitudini da eliminare il prima possibile perché che aiutano a diffondere germi, batteri e virus, quindi malattie infettive che, nei casi più estremi, possono arrivare all’epidemia. Ogni giorno, infatti, con i nostri gesti anche banali siamo in grado – il più delle volte inconsapevolmente – di movimentare una quantità enorme di virus e batteri. Conoscere quali sono le abitudini pericolose per la nostra salute può essere utile per eliminarle il prima possibile. Le abbiamo elencate nelle schede di seguito.

Usare i denti per aprire sacchetti o bustine

Foto Pixabay

Usare i denti per aprire sacchetti o bustine non è una buona abitudine perché i batteri che sono presenti in bocca si possono depositare sul sacchetto e andare anche a finirci dentro. Lì possono proliferare e contaminare il contenuto dei sacchetti, specialmente se è cibo. Ma anche i batteri che sono presenti sugli oggetti possono finire nella nostra bocca e quindi contaminarci. Ecco perché è meglio aprire i sacchetti con le forbici, un coltello o un taglierino.

Usare il sapone solido

Foto Pixabay

Le saponette solide, maneggiate e rimaneggiate più volte al giorno per diversi giorni, fino alla loro consumazione, le espone alla contaminazione batterica in maniera maggiore rispetto ai saponi liquidi che si trovano nei dispenser.

Asciugare le mani con il getto d’aria

Foto Pixabay

Nei bagni pubblici spesso c’è l’asciugatore ad aria per le mani, ma è meglio evitare di utilizzarlo perché diversi studi mostrano che tali dispositivi aiutano a disperdere i batteri ovunque nella stanza. Quindi è facile che vadano a finire sulle mani appena lavate. Usate asciugamani di carta monouso o porzioni di carta igienica.

Lasciare sollevato il sedile del wc

Foto Pixabay

Lasciare l’asse del wc alzato mentre si tira lo sciacquone è un errore igienico. I batteri volano insieme alle minuscole gocce d’acqua dovute al getto dello scarico e vanno a depositarsi ovunque, anche sui nostri vestiti e sulla pelle. Meglio abbassarlo dopo aver fatto i propri bisogni e prima di tirare lo sciacquone.

Usare il telefono in bagno

Foto Pixabay

Mandare messaggi mentre si è in bagno, magari seduti sul wc, favorisce la dispersione batteriologica. I batteri fecali, infatti, vengono rilasciati in aria quando si tira lo sciacquone, e possono andare a depositarsi sullo schermo del cellulare. Anche se poi ci si lava le mani, il telefono può restare contaminato.

Lavare le mani pochi secondi

Foto Pixabay

Per avere una buona igiene personale gli esperti raccomandano di lavare le mani a lungo, non solo pochi secondi. E di usare acqua calda e un buon sapone detergente. Per quanto tempo occorre lavarsi le mani per essere sicuri che siano pulite? Più o meno 20/30 secondi.

Condividere gli asciugamani

Foto Pixabay

Non è il massimo dell’igiene utilizzare un unico asciugamano per tutta la famiglia. In questo modo è facile spargere batteri ovunque. Quindi è bene provvedere a dotare ciascun componente della famiglia di un asciugamano personale.

Usare gli stessi asciugamani per troppi giorni

Foto Pixabay

Sia gli asciugamani in bagno che i canovacci in cucina devono essere cambiati di frequente perché sono accumulatori di germi e batteri. Ogni settimana vanno sostituiti, ma anche più di frequente, se ci sono bambini piccoli in famiglia.

Mangiare alla scrivania

Foto Pixabay

Mangiare alla scrivania è una cattiva abitudine. Specialmente continuando a scrivere sulla tastiera del computer. Questo è infatti uno dei posti a più alta concentrazione batterica, ed è meglio non alimentarsi vicino a un potenziale contaminante. Meglio mangiare lontano dalla tastiera sulla scrivania, anche se si tratta solo di uno snack.

Masticare le penne

Foto Pixabay

Mettere in bocca le matite, le penne o le stanghette degli occhiali è altamente sconsigliato perché tutte queste superfici possono essere contaminate da batteri e germi che poi vanno a finire nella nostra bocca. E viceversa.

Soffiare sulle candeline

Foto Pixabay

Al proprio compleanno, specialmente da bambini, tutti soffiano sulle candeline della torta ignorando che tutti i batteri presenti dentro la bocca vanno a finire sul dolce e tutto intorno. Una ricerca ha dimostrato che soffiare sulle candeline della torta di compleanno aumenta del 1.400% la quantità di batteri presenti sulla torta.