rom-stereotipi-zingari-nomadi

Rom: gli stereotipi a cui gli italiani (ignoranti) ancora credono

I rom sembrano incarnare perfettamente, per i politici che strizzano l'occhio a destra, il capro espiatorio da usare per solleticare il disappunto dei cittadini e aumentare il bacino elettorale. Come si fa? E' semplice, basta ripetere i soliti stereotipi e i pregiudizi privi di fondamento che da sempre accompagnano la narrazione di questo popolo fatta dagli italiani.

3 di 6

3 di 6

I rom sono nomadi e non sanno cosa farsene delle case

NOMADI
Ecco un altro stereotipo duro a morire. E’ vero che una parte di rom sono nomadi, ma sono solo il 3% di tutta la popolazione che vive in Italia, il restante 97% vive in case normali. Secondo i dati più recenti della commissione diritti umani del Senato sono almeno 130mila le persone ‘integrate’, mentre solo 40mila persone vivono nei campi, in una situazione di emergenza abitativa. E ricordiamo che i campi sono stati creati dalle autorità italiane dopo la fine della seconda guerra mondiale, per gestire tale ’emergenza’, non sono stati i rom ad autoghettizzarsi.

3 di 6

Pagina iniziale

3 di 6

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.