Forum on Progressive Politics

Quanto guadagnano gli ex presidenti? Per Obama & Co tariffe da nababbi e pensioni d’oro

Quanto guadagnano gli ex presidenti? Tra pensioni d’oro, benefit ma soprattutto tariffe da nababbi per ogni comparsata pubblica ufficiale, Clinton, Blair ma anche Obama non fanno di certo una vita dura. Anzi... Bill Clinton, considerato l’ex presidente più pagato del pianeta per discorsi e conferenze, ad esempio chiese 456mila euro per parlare dalla piaga della fame del mondo

1 di 5

1 di 5

Forum on Progressive Politics

Quanto guadagnano gli ex presidenti? Tra pensioni d’oro, benefit ma soprattutto tariffe da nababbi per ogni comparsata pubblica ufficiale, i Clinton, i Blair ma anche gli Obama non fanno di certo una vita dura. Anzi. Per ogni discorso ufficiale arrivano a guadagnare diverse centinaia di migliaia di dollari. Cifre da nababbi che, se tenuti alle conferenze sulla fame del mondo, in effetti stonano un bel po’.

La pensione, innanzitutto. Gli ex presidenti degli Stati Uniti percepiscono 200mila euro all’anno. Una volta la cifra era pure più alta. La pensione per gli ex inquilini della Casa Bianca fu introdotta nel 1958, durante la presidenza Eisenhower, con il Former Presidents Act.

Senza dimenticare che accanto alla pensione ci sono altri benefit: dalle spese di viaggio e postali all’assistenza sanitaria, fino alla protezione a vita dell’agenzia federale che si occupa della famiglia presidenziale, il Secret Service.

Con il risultato che, secondo i dati del Congressional Research Center, nel 2008 Carter ricevette 518.000 dollari, Bush senior 786.000 dollari, Clinton 1.162.000 dollari. Nel 2015, poi, Bush figlio è costato ai contribuenti americani un milione di dollari, Clinton 924.000 dollari, Bush padre 794.000 dollari e Carter 430.000 dollari.

Vediamo adesso i guadagni di alcuni ex presidenti.

1 di 5

Pagina iniziale

1 di 5

Parole di Francesco Minardi

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.