Prodotti ritirati: elenco completo di febbraio

Prodotti ritirati: elenco completo di febbraio

Seguono richiami di merci, prodotti alimentari e farmaci effettuati dal Ministero della Salute, dal RASFF o dagli stessi produttori.

1 di 58

1 di 58

Ogni giorno alcuni prodotti vengono ritirati a causa di rischi di grave natura. Ad esempio per rischio batteriologico, rischio chimico, ecc… O anche solo per errori nell’etichettatura dell’imballaggio. Nella produzione dei beni di consumo non esiste la sicurezza assoluta. Ma il sistema dei controlli evita che nelle case dei consumatori possa finire qualche prodotto pericoloso per la salute. Di seguito gli avvisi relativi ai prodotti ritirati nella giornata di venerdì 22 febbraio.

Bambola

Il Ministero della salute segnala il richiamo di un giocattolo prodotto in Cina a causa della presenza di sostanze che potrebbe causare danni al sistema riproduttivo, ossia gli ftalati. Il giocattolo ritirato dalla vendita è la Bambola Vogue Girl, modello 738, lotto 1702141711 con codice a barre 8033765728607. Il gioco è prodotto in Cina e importato in Italia dalla ditta PAMAX Import Export, con sede in Via Giovanni Iervolino, Poggiomarino (NA). Nella segnalazione si legge che “Il motivo della restrizione è dovuto al pericolo di esposizione che può derivare dal masticare o succhiare per lunghi periodi di tempo oggetti che contengono ftalati, distruttori del sistema endocrino umano”. Se avete già acquistato la bambola evitate di farla maneggiare ai vostri bambini e riportatela nel negozio per ottenere la sostituzione o il rimborso.

Nelle pagine che seguono riportiamo gli altri richiami di prodotti recenti.

1 di 58

Pagina iniziale

1 di 58

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.