Poesie di Natale in dialetto: ecco le più belle da tutta l’Italia

Poesie di Natale in dialetto: ecco le più belle da tutta l'Italia

Quali sono le poesie di Natale in dialetto? Noi ne abbiamo scelte alcune, le più belle, provenienti tutte dalle diverse regioni d'Italia.

2 di 21

2 di 21

Poesie di Natale in dialetto abruzzese

natale a laquila

La Squije

La Squije di Natale dure n’ora/
eppure quanta bbene ti sumente!/
Tè na vucetta fine, e gna li sente/
pure lu lancianese che sta fore!/
Ti vùsciche di botte entr’a lu core/
nu monne ch’à passate, entr’à la mente/
ti squaije nu penzere malamente/
nche nu ndu-lin-da-li che sa d’amore./
E da na campanelle chiù cumune/
eppure ti rifà gne nu quatrale,/
ti fa pregà di core,’n ginucchiune./
Ugne matine sone ma nen vale/
la voce de lu ciele, pé ugnune,/
chi sa pecché! … le té sole a Natale

Traduzione

La squilla di natale dura un’ora/ eppure quanto bene si semina!/ Tiene un bacetto fine, e lo sente/ pure il lancianese che sta lontano!/ Ti entra di colpo dentro al cuore/ un mondo che è passato entra nella mente/ ti squaglia un pensiero malamente/ non che non te lo da che sa d’amore./ Vi da una campanella più comune,/ eppure ti rifà come un bambino,/ ti fa pregare di cuore in ginocchio./ Ogni mattina suona ma non vale/ la voce del cielo, per ognuno/ chissà perché ce l’ha solo a Natale.

2 di 21

Pagina iniziale

2 di 21

Parole di Redazione

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.