Philip Roth

Philip Roth, i libri più belli: da 'Pastorale americana' a 'Lamento di Portnoy'

Scrittore tra i più letti e venerati del XXI secolo, Philip Roth è stato autore di romanzi, racconti, saggi e scritti di memorie. Per ricordare una delle voci più influenti e critiche della letteratura americana e non solo, ecco alcuni dei libri più belli di Philip Roth, da Pastorale americana, il suo romanzo più famoso, a Lamento di Portnoy.

2 di 8

2 di 8

Addio, Columbus e cinque racconti

philip roth libri più belli columbus

Ripubblicato recentemente da Einaudi col titolo di Goodbye, Columbus, è il libro con cui Philip Roth fa il suo esordio nel mondo della narrativa: contiente un romanzo breve (la storia di Neil Klugman, un ebreo della middle-class che altri non è se non il suo alter-ego, e della sua relazione con la bella Brenda Patimkin, ebrea anch’essa ma di famiglia più abbiente) e cinque racconti, alcuni inediti ed altri già apparsi all’epoca su riviste. Il volume, tra i libri più belli di Philip Roth, è stato pubblicato per la prima volta nel 1958, ed è un ottimo inizio per chi si appresta a conoscere lo scrittore statunitense.

.

2 di 8

Pagina iniziale

2 di 8

Parole di Caterina Padula

Giornalista pubblicista, appassionata di scrittura, mi occupo da anni di approfondimenti culturali e di informazione online. Da sempre lettrice accanita e curiosa, amo la musica, l'arte e tutto ciò che è natura.

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.