Oscar Pistorius in aula a Pretoria

Oscar Pistorius condannato per omicidio doloso: la storia del processo per la morte di Reeva Steenkamp

Ribaltata la sentenza di primo grado

1 di 5

1 di 5

Oscar Pistorius è stato condannato a 6 anni di carcere per l’omicidio doloso della fidanzata Reeva Steenkamp, uccisa con quattro colpi di pistola nella notte di San Valentino del 2013. Il 29enne sudafricano avrebbe dovuto scontare 15 anni di reclusione ma gli stono state riconosciute le attenuanti richieste dalla sua difesa. Il campione paralimpico è dunque riuscito a evitare una pena più severa: ”Credo che una lunga condanna non sia giusta, ha già trascorso del tempo in carcere e ai domiciliari ed è un ideale candidato per un programma di riabilitazione”, ha dichiarato la giudice Thokozile Masipa.

 

La Corte d’Appello di Bloemfontein aveva in precedenza accolto la richiesta del pubblico ministero e aveva condannato l’ex atleta paralimpico a 15 anni per omicidio volontario. I giudici d’appello avevano rilevato che la sentenza emessa dalla Thokozile Masipa in primo grado, che aveva accettato la linea di difesa, condannandolo a 5 anni per omicidio colposo, era sbagliata in molti punti e risultava “confusa”. Vediamo nelle pagine di seguito le tappe del processo a Oscar Pistorius.

1 di 5

Pagina iniziale

1 di 5

Parole di Redazione

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.