Nuova legge anticorruzione 2015: il testo in 7 semplici punti

Nuova legge anticorruzione 2015: il testo in 7 semplici punti

La nuova legge anticorruzione 2015 prevede delle norme più aspre per alcuni reati, fra i quali il peculato, la corruzione propria e impropria e l’induzione indebita.

1 di 8

1 di 8

nuova legge anticorruzione 2015
Il 21 maggio 2015 è diventato legge il ddl sull’anticorruzione, che inasprisce le pene soprattutto per i reati contro la Pubblica Amministrazione. Vengono previsti degli sconti di pena per pentiti e collaboratori e, secondo ciò che ha stabilito l’approvazione del ddl alla Camera, la legge reintroduce il delitto di falso in bilancio. Sono rinforzati i poteri dell’Autorità nazionale anticorruzione e chi commette il reato è obbligato a restituire il profitto che ha ricavato proprio nel commettere l’atto illecito. Vediamo nelle prossime pagine cosa prevede il ddl nel concreto.

LEGGI ANCHE: Intervista a Raffaele Cantone, magistrato Anticorruzione e Presidente dell’AnacIntervista a Nicoletta Parisi, Consigliere dell’Autorità Nazionale AnticorruzioneIn italia mancano tutele per chi denuncia e le sanzioni sono ridicoleE’ allarme sui social networkDanneggiate anche le imprese che pagano le tangenti

1 di 8

Pagina iniziale

1 di 8

Parole di Gianluca Rini

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.