Nomi vietati dalla legge nel mondo: i più strani e ridicoli

Nomi vietati dalla legge nel mondo: i più strani e ridicoli

Ecco come NON si possono chiamare i bimbi neonati in giro per il mondo.

1 di 18

1 di 18

Foto Pixabay

Avevano dato il nome ‘Adolf’ al proprio primogenito, aggiungendo poi il nomignolo Hitler durante la vita quotidiana, perché nessuno avrebbe permesso tale trascrizione sui documenti. A novembre 2018 sono stati condannati per istigazione all’odio e diffusione di idee neonaziste, razziste o improntate al ‘suprematismo bianco’. La coppia Adam Thomas (22 anni) e Claudia Patatas (38 anni) più un altro camerata di nazionalità britannica, Daniel Bogunovic, 27 anni di Leicester, sono stati giudicati colpevoli di terrorismo dalla Birmingham Crown Court. Tutti e tre risultano aver fatto parte del gruppo National Action e avevano a disposizione numerose armi tenute in casa.

I nomi più incredibili dati ai bambini

Volete scoprire quali sono i nomi vietati dalla legge nel mondo? Recentemente, un giudice nella città francese di Valenciennes ha stabilito che una coppia non potesse chiamare la figlia Nutella, essendo ‘un nome commerciale ad alta diffusione’. Vi ricordate la storia del ghanese che vive a Modena che ha chiamato il figlio Silvio Berlusconi? Ma non era vietato dare un nome vergognoso ai discendenti? Ed in effetti, a ben pensarci, è davvero lunga la lista di nomi proibiti nei vari paesi in tutto il mondo. Abbiamo raccolto alcuni degli esempi più sorprendenti e stravaganti.

1 di 18

Pagina iniziale

1 di 18

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.