Mostre Expo 2015: a Milano i grandi appuntamenti con l’Arte

Mostre Expo 2015: a Milano i grandi appuntamenti con l'Arte

Quali sono le mostre in programma per Expo 2015? Milano si appresta ad accogliere una serie di appuntamenti con l'Arte allestiti nei musei più importanti e prestigiosi della città.

1 di 18

1 di 18

mostre milano expo 20151
Quali sono le mostre in programma per Expo 2015 a Milano? Sono davvero tanti gli appuntamenti artistici che, in occasione della grande Esposizione Universale – dal primo maggio al 31 ottobre prossimi – il capoluogo lombardo si appresta ad accogliere. Sei mesi all’insegna dell’Arte declinata sotto ogni suo aspetto, attraverso una serie di eventi che coinvolgono tutti gli spazi culturali più importanti di Milano – Palazzo Reale, il Castello Sforzesco, la Pinacoteca di Brera e il Museo del Novecento, tanto per citarne alcuni – e che rientrano nel programma denominato Expo in città.

Gli oltre venti milioni di visitatori attesi nel capoluogo meneghino potranno ammirare alcuni dei capolavori più importanti di tutta l’Arte mondiale, dal genio di Leonardo, a quello di Giotto, da Francesco Hayez al più contemporaneo Medardo Rosso. Grande spazio anche alle sperimentazioni, all’architettura e alla fotografia, senza dimenticare il tema principe dell’Esposizione – Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita – spiegato attraverso un linguaggio artistico nel quale rientrano anche le tendenze internazionali più innovative.
Nelle prossime pagine, dunque, il calendario degli eventi d’Arte più importanti che avranno luogo a Milano durante Expo 2015.

1 di 18

Pagina iniziale

1 di 18

Parole di Caterina Padula

Giornalista pubblicista, appassionata di scrittura, mi occupo da anni di approfondimenti culturali e di informazione online. Da sempre lettrice accanita e curiosa, amo la musica, l'arte e tutto ciò che è natura.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.