Moonlight Cover

Moonlight, il dramma di Barry Jenkins candidato a otto premi Oscar

Vincitore del Golden Globe come Miglior Film Drammatico, tra i titoli di punta dei prossimi Academy Awards

1 di 5

1 di 5

Sulla carta, Moonlight potrebbe sembrare un altro piccolo film indipendente destinato a un pubblico di nicchia: tratto da un’opera teatrale di Terrel Alvin McCraney, “In Moonlight Black Boys Look Blue”, affidato a un regista con poca esperienza e cucito su un cast di attori molto bravi ma semi-sconosciuti. Basta andare più a fondo, però, per trovare qualcosa in più. Moonlight è prodotto dalla Plan B di Brad Pitt, che aveva già sfornato 12 anni schiavo di Steve McQueen. Il regista, Barry Jenkins, ha preso il testo teatrale e lo ha fatto suo, trasformandolo in un film molto più personale. Tra gli attori, spuntano la cantante Janelle Monáe e altri due volti noti ma non ancora notissimi, Naomie Harris (la Moneypenny degl ultimi Bond) e Mahershala Ali, visto al fianco di Matthew McConaughey in Free State of Jones. Moonlight è la storia di un omossessuale di colore che cerca il modo di essere se stesso in un mondo che non è disposto ad accettarlo: non un titolo destinato a grandi incassi, ma un film che ha strappato applausi in decine di festival e concorsi, portandosi a casa un Golden Globe per il Miglior Film Drammatico. E ora, con otto nomination agli Academy Awards, potrebbe persino aggiudicarsi un Oscar a sorpresa.

1 di 5

Pagina iniziale

1 di 5

Parole di Andrea Calaresi

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.