Messaggi in bottiglia ritrovati dopo anni: i casi più curiosi

Messaggi in bottiglia ritrovati dopo anni: i casi più curiosi

Tra sms, email, chat e social network, il tempo reale diventa sempre più frenetico anche nella comunicazione, quindi non ci stupisce che qualcuno decida, in controtendenza, di affidare un pensiero scritto e chiuso in bottiglia al mare e alle sue onde.

1 di 6

1 di 6

Messaggio in bottiglia

Chi di noi, passeggiando il riva al mare, non ha sognato di recuperare dai flutti una bottiglia contenente un messaggio misterioso? I messaggi in bottiglia sono affascinanti! E’ innegabile che ci sia qualcosa di profondamente romantico nel lanciare un messaggio nell’oceano e vedere quale destino gli riserveranno le onde e le correnti marine. Storicamente, l’uso dei messaggi in bottiglia era conosciuto addirittura nel 310 a.C.; a quell’epoca, infatti, risalgono alcune delle testimonianze del filosofo greco Teofrasto, che ne spiegava la prassi e il misterioso viaggio quando doveva illustrare la sua teoria che l’Oceano Atlantico si getta nel Mar Mediterraneo. Ma a parte i ricercatori, che studiano anche oggi con lo stesso metodo la circolazione delle correnti oceaniche, ci sono tante altre persone che inviano messaggi in bottiglia, e i motivi di questa scelta sono i più diversi, che siano scritti per richiedere soccorso, per confessare un amore o per dare un triste addio. In fondo è come se attraverso una lettera infilata in una bottiglia si potesse trovare un antidoto alla modalità ad alta velocità cui siamo abituati, a proposito di comunicazione. Tra sms, email, chat e social network, il tempo reale diventa sempre più frenetico anche nella comunicazione, quindi non ci stupisce che qualcuno decida, in controtendenza, di affidare un pensiero scritto e chiuso in bottiglia al mare e alle sue onde. Nel 2015 nelle isole Frisone è stato trovato un messaggio vecchio di 109 anni, ma vediamo di seguito i casi più curiosi di ritrovamenti del genere.

1 di 6

Pagina iniziale

1 di 6

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.