Matteo Renzi intercettato: tutti gli scheletri nell’armadio del Premier

Matteo Renzi intercettato: tutti gli scheletri nell'armadio del Premier

Sarebbero emerse delle intercettazioni che vedono Renzi, allora ancora non Premier, parlare con Michele Adinolfi, comandante della Guardia di Finanza.

2 di 5

2 di 5

Il rimpastone

renzi1

Adinolfi e Renzi hanno cercato di mettersi d’accordo nella telefonata per vedersi nei giorni seguenti. L’attuale Premier era un po’ impegnato, perché avrebbe dichiarato che stava per chiudere “un accordo sul governo”. Il comandante della Guardia di Finanza ha chiamato tutto ciò “rimpastino”, mentre Matteo Renzi ha parlato di un vero e proprio “rimpastone”.

A: Come stai amico mio? Tanti auguri, tanti auguri e complimenti. Matteo, spero di vederti in qualche occasione.
R: Con molto, molto piacere. La settimana prossima sarà un po’ decisiva perché vediamo se riusciamo a chiudere l’accordo sul governo. E…
A: Rimpastino?
R: Sì, sì. Rimpastino sicuro. Rimpastone, no rimpastino! Il problema è capire anche… se mettere qualcuno dei nostri…
A: È lì il punto! O stare fuori, va bene?
R: No, bisogna star dentro.
A: Oppure stare dentro.
R: Stare dentro però rimpastone.
A: Significa arrivare al 2015.
R: E sai, a questo punto, c’è prima l’Italia, non c’è niente da fare. Mettersi a discutere per buttare all’aria tutto, secondo me alla lunga sarebbe meglio per il Paese perché lui è proprio incapace, il nostro amico. Però…
A: È niente, Matteo, non c’è niente, dai, siamo onesti.

2 di 5

Pagina iniziale

2 di 5

Parole di Gianluca Rini

Gianluca Rini è stato collaboratore di Nanopress, Tanta Salute e Pourfemme dal 2014 al 2017, occupandosi principalmente di tematiche relative alla salute, l'ambiente, il benessere.

Da non perdere

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.