yara gambirasio

Massimo Giuseppe Bossetti ultime notizie: tutte le prove contro il presunto assassino di Yara Gambirasio

Incongruenze, contraddizioni e indizi contro Bossetti

2 di 8

2 di 8

La morte di Yara e l’autopsia sul corpo

yara gambirasio

Yara Gambirasio è scomparsa il 26 novembre del 2010 da Brembate di Sopra e il suo corpo venne ritrovato solo tre mesi dopo a Chignolo d’Isola provincia di Bergamo. Ed è proprio nel campo di Chignolo d’Isola, dove è stato ritrovato il corpo, che la tredicenne è morta. A parlare nel dettaglio nel corso del processo a carico di Massimo Bossetti, unico indagato per la morte della 13enne di Brembate, è l’anatomopatolaga Cristina Cattaneo che ha svolto l’autopsia sul corpo della ragazzina. La dott.ssa Cattaneo, che all’epoca del ritrovamento del corpo fece anche i rilevamenti sul posto, ha spiegato che tutte le evidenze scientifiche portano a una conclusione: Yara fu aggredita e uccisa nel campo a Chignolo d’Isola poche ore dopo essere scomparsa. Sul suo corpo e sui vestiti vengono isolate delle tracce di DNA, la chiave per capire chi è l’assassino. Le analisi dei reperti portano a Massimo Giuseppe Bossetti.

2 di 8

Pagina iniziale

2 di 8

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.