Marcello Pittella, governatore del Pd, è finito agli arresti domiciliari per falso e abuso d'ufficio

Marcello Pittella, governatore del Pd, è finito agli arresti domiciliari per falso e abuso d'ufficio

E' rimasto coinvolto in un'inchiesta della procura di Matera legata al sistema sanitario lucano. E' solo l'ultimo dei politici indagati: ecco l'elenco dei più importanti degli ultimi mesi

1 di 6

1 di 6

Marcello Pittella, governatore del Pd, è finito agli arresti domiciliari per falso e abuso d'ufficio

E’ finito in manette il presidente della regione Basilicata del PD, Marcello Pittella: per lui è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari per i reati di per falso e abuso d’ufficio. Il presidente è rimasto coinvolto in un’inchiesta sulla sanità lucana che ha portato all’arresto di altre 29 persone. Si tratta principalmente di dirigenti sanitari regionali.

Pittella aveva da poco ricevuto l’incarico per un secondo mandato alle regionali in programma per l’inizio del 2019. Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza su alcuni episodi di manipolazioni di concorsi e raccomandazioni in ambito sanitario, sono iniziate circa un anno e mezzo fa, in seguito alla denuncia di un dipendente di una ditta fornitrice di servizi, il quale lamentava che non gli era stata pagata la sua quota di Tfr.

Alcune persone vicine al governatore hanno confermato all’Ansa che al momento Pittella si trova agli arresti domiciliari nella sua casa di Lauria, in provincia di Potenza. Le stesse hanno definito la vicenda ‘surreale’.

Non si tratta certo dell’unico politico coinvolto in qualche inchiesta. Di Maio prima delle ultime elezioni aveva pubblicato sul blog a 5 stelle l’elenco dei cosiddetti ‘impresentabili’, proprio perché coinvolti in qualche indagine o già condannati. Vediamo i principali politici indagati degli ultimi mesi.

1 di 6

Pagina iniziale

1 di 6

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.