le macchine più sorprendenti dell'antichità

Le 8 macchine dell'antichità più sorprendenti

Dimostrano l'ingegno e la tecnica, eccezionale, che i popoli antichi avevano nel realizzare strumenti da guerra o destinati all'agricoltura. Dal Cavallo di Troia alla vite aerea di Leonardo, una breve selezione della macchine più sorprendenti dell'antichità.

1 di 9

1 di 9

le macchine più sorprendenti dell'antichità

Sapete quali sono le 8 macchine dell’antichità più sorprendenti? Che fossero da guerra o destinate all’agricoltura, gli strumenti del passato ci meravigliano ancora oggi per le tecniche eccezionali con cui sono stati realizzati. Nell’antica Grecia, ad esempio, la ‘macchina’ costituiva un espediente o un trucco per stupire o compiere imprese quasi impossibili (il Cavallo di Troia o, pensando alla mitologia, le ali costruite da Dedalo), ma alcune invenzioni come l’eliopila (una sorta di antenato della macchina a vapore) o la Macchina di Anticitera (un meccanismo assai complesso che permetteva di mostrare la posizione dei pianeti) rivelano tecnologie sofisticate nonché le straordinarie capacità ingegneristiche che avevano i popoli dell’antichità. In epoca romana, le costruzioni avevano uno scopo un po’ più utilitaristico: durante l’Impero, infatti, vennero messe a punto macchine da guerra come l’onagro (una specie di catapulta), l’archipendolo o la groma (entrambi usati per costruire strade o per misurare i terreni). Ma ecco, più nel dettaglio, le 8 macchine dell’antichità più sorprendenti.

1 di 9

Pagina iniziale

1 di 9

Parole di Caterina Padula

Giornalista pubblicista, appassionata di scrittura, mi occupo da anni di approfondimenti culturali e di informazione online. Da sempre lettrice accanita e curiosa, amo la musica, l'arte e tutto ciò che è natura.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.