Penna USB HIV

La penna USB per il test dell'HIV e tante altre novità in ambito di medicina tech

Una semplice chiavetta può andare a eseguire un importante esame del sangue per la rilevazione del virus

1 di 16

1 di 16

Penna USB HIV

I computer portatili moderni hanno capacità di calcolo importanti, più che sufficienti a eseguire esami medici di laboratorio. Il segreto sta nel fornirli del giusto accessorio: è questa l’idea di base dell’Imperial College di Londra che ha messo a punto una penna USB che può essere pluggata nella porta universale e consentire di portare a termine esami del sangue per scoprire l’esistenza del virus dell’HIV. Realizzato in collaborazione con la società DNA Electronics, necessita di una semplice goccia di sangue e crea un segnale elettrico che viene poi inviato al computer. Per la sua versatilità, è ideale per località remote e richiede appena 30 minuti d’attesa per un responso. I test attuali impiegano tre giorni e un laboratorio. I test parlano di un’accuratezza del 95% misurata su 991 campioni. Scopriamo tutte le altre novità in ambito di medicina tech.

1 di 16

Pagina iniziale

1 di 16

Parole di Diego Barbera

Diego Barbera è stato un redattore interno di Nanopress fino al 2018. Si è occupato di tecnologia, sport, cronaca.

Da non perdere

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Nanopress, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.